GUIDE PRATICHE >> Prestazioni

Come faccio a richiedere un'anticipazione per spese sanitarie?

L’iscritto, può richiedere un’anticipazione per spese sanitarie in qualsiasi momento per un importo massimo pari al 75% della propria posizione individuale.

  1. Qualora l’importo fosse inferiore ai 2.000 € lordi, l’anticipazione non viene concessa.
  2. Entro 30 giorni lavorativi successivi alla ricezione della richiesta di anticipazione, ove questa sia incompleta o non congrua, il Fondo chiede all’iscritto di provvedere all’integrazione.
  3. Se la documentazione inviata  dall’associato è corretta, il fondo Priamo erogherà l’anticipazione richiesta entro 120 giorni dalla data di ricezione della richiesta.  

Per richiedere un’anticipazione:

  • scaricare il modulo allegato
  • compilare il modulo indicando la causale spese sanitarie e la documentazione di seguito elencata.
  • inviare a Fondo Priamo con raccomandata A/R il modulo compilato in tutte le sue parti e la documentazione di seguito elencata all’indirizzo posto sul modulo

Documentazione da allegare al modulo

CASO A) ISCRITTO CHE HA GIA’ SOSTENUTO LA SPESA:

  1. Dichiarazione ASL o altra struttura pubblica competente per richiedere al Fondo pensione una anticipazione per spese sanitarie. La dichiarazione deve presentare timbro e firma della struttura/medico.
  2. Fatture emesse non oltre 120 giorni prima della richiesta di anticipazione e ricevute fiscali attestanti le spese effettivamente sostenute comprese le spese accessorie
  3. Fotocopia della carta d’identità del richiedente e del soggetto per cui si richiede l’anticipazione, se diverso (ad. esempio il marito dell’iscritto)

Se l’iscritto ha attivato  un contratto di finanziamento contro cessione del V dello stipendio, l’iscritto deve presentare :

  • la liberatoria da parte della finanziaria
  • l’estinzione del debito firmato dalla finanziaria

CASO B) ISCRITTO CHE NON HA ANCORA SOSTENUTO LA SPESA:

  1. Dichiarazione ASL o altra struttura pubblica competente per richiedere al Fondo pensione una anticipazione per spese sanitarie. La dichiarazione deve presentare timbro e firma della struttura/medico. La dichiarazione ASL o altra struttura pubblica deve essere fatta al massimo 180 giorni prima dell’evento (Es. non è valida una dichiarazione fatta un anno prima della spesa)
  2. Preventivi di spesa non oltre 180 giorni prima della richiesta. 
  3. Autocertificazione attestante la richiesta e l’impegno a fornire successivamente le fatture e le ricevute fiscali comprovanti la spesa effettivamente sostenuta.  (l’autocertificazione è già presente nei documenti allegati al modulo)
  4. Fotocopia della carta d’identità del richiedente e del soggetto per cui si richiede l’anticipazione, se diverso (ad. esempio il marito dell’iscritto)

Entro 30 giorni dall’effettiva spesa, l’iscritto dovrà inviare le relative fatture e ricevute fiscali. Nel caso in cui non vengano inviate al Fondo, non saranno accolte più ulteriori richieste di anticipazione da parte dell’iscritto per qualsiasi causale.

 

Se l’iscritto ha attivato un contratto di finanziamento contro cessione del V dello stipendio, l’iscritto deve presentare :

  • la liberatoria da parte della finanziaria
  • l’estinzione del debito firmato dalla finanziaria

Come faccio a richiedere un'anticipazione per acquisto della prima casa per me o per i propri figli?

L’iscritto, può richiedere un’anticipazione per acquisto della prima casa per sé o per i propri figli  solo dopo aver compiuto otto anni di iscrizione alla previdenza complementare per un importo massimo pari al 75% della propria posizione individuale.

  1. Qualora l’importo fosse inferiore ai 2.000 € lordi, l’anticipazione non viene concessa.
  2. Entro 30 giorni lavorativi successivi alla ricezione della richiesta di anticipazione, ove questa sia incompleta o non congrua, il Fondo chiede all’iscritto di provvedere all’integrazione.
  3. Se la documentazione inviata  dall’associato è corretta, il fondo Priamo erogherà l’anticipazione richiesta entro 120 giorni dalla di ricezione della richiesta.  

Per richiedere un’anticipazione per acquisto della prima casa :

  • scaricare il  modulo allegato.
  • compilare il modulo indicando la causale acquisto prima casa e la documentazione di seguito elencata.
  • inviare a Fondo Priamo con raccomandata A/R il modulo compilato in tutte le sue parti e la documentazione di seguito elencata all’indirizzo posto sul modulo

Documentazione da allegare al modulo

CASO A) Acquisto prima casa da terzi.

  1. Autocertificazione da cui risulti la residenza anagrafica o l’intenzione di voler trasferire entro 18 mesi dall’acquisto la propria residenze nel comune ove è ubicato l’immobile (l’autocertificazione è già presente nei documenti allegati al modulo)
  2. Autocertificazione da cui risulti la non titolarità di altri beni immobili (l’autocertificazione è già presente nei documenti allegati al modulo)
  3. Copia dell’atto notarile di compravendita o del contratto preliminare di compravendita nonché copia delle quietanze o dei bonifici degli acconti già pagati.  – Tali atti devono essere stati fatti al massimo 180 giorni prima della richiesta
  4. Certificato di stato di famiglia (nel caso in cui l’acquisto sia fatto da un soggetto diverso dall’associato – ad es il figlio)
  5. Fotocopia della carta d’identità del richiedente e del soggetto per cui si richiede l’anticipazione, se diverso (ad. esempio il figlio dell’iscritto)
  • Se l’iscritto ha attivato un contratto di finanziamento contro cessione del V dello stipendio, l’iscritto deve presentare :
    • la liberatoria da parte della finanziaria
    • l’estinzione del debito firmato dalla finanziaria

CASO B) COSTRUZIONE IN PROPRIO

  1. Autocertificazione da cui risulti la residenza anagrafica o l’intenzione di voler trasferire entro 18 mesi dall’acquisto la propria residenze nel comune ove è ubicato l’immobile (l’autocertificazione è già presente nei documenti allegati al modulo)
  2. Autocertificazione da cui risulti la non titolarità di altri beni immobili (l’autocertificazione è già presente nei documenti allegati al modulo)
  3. Copia della concessione edilizia
  4. Copia del titolo di proprietà del terreno
  5. Copia della dichiarazione di inizio lavori o di fine lavori
  6. Copia del contratto di appalto o dei preventivi di spesa fatti al massimo 180 giorni prima della richiesta.
  7. Copia delle fatture che attestino lo stato avanzamento lavori, aventi una data al massimo risalente a  60 giorni prima della richiesta.
  8. Copia di attestazione di pagamento degli oneri di urbanizzazione
  9. Imposta di bollo, imposta sul valore aggiunto e diritti pagati per le concessioni e le autorizzazioni
  10. Certificato di stato di famiglia (nel caso in cui l’acquisto sia fatto da un soggetto diverso dall’associato – ad es il figlio)
  11. Fotocopia della carta d’identità del richiedente e del soggetto per cui si richiede l’anticipazione, se diverso (ad. esempio il figlio dell’iscritto)
  • Se l’iscritto ha attivato un contratto di finanziamento contro cessione del V dello stipendio, l’iscritto deve presentare :
    • la liberatoria da parte della finanziaria
    • l’estinzione del debito firmato dalla finanziaria

CASO C) ACQUISTO IN COOPERATIVA

  1. Autocertificazione da cui risulti la residenza anagrafica o l’intenzione di voler trasferire entro 18 mesi dall’acquisto la propria residenze nel comune ove è ubicato l’immobile (l’autocertificazione è già presente nei documenti allegati al modulo)
  2. Autocertificazione da cui risulti la non titolarità di altri beni immobili (l’autocertificazione è già presente nei documenti allegati al modulo)
  3. In via provvisoria, l’estratto della delibera del consiglio di amministrazione della cooperativa attestante  l’assegnazione dell’alloggio e la documentazione dei pagamenti già sostenuti. A seguire dovrà essere inviato l’atto notarile di assegnazione dell’alloggio.
  4. Copia del documento attestante l’acquisto del terreno
  5. Copia della dichiarazione di inizio lavori o di fine lavori
  6. Certificato di stato di famiglia (nel caso in cui l’acquisto sia fatto da un soggetto diverso dall’associato – ad es il figlio)
  7. Fotocopia della carta d’identità del richiedente e del soggetto per cui si richiede l’anticipazione, se diverso (ad. esempio il figlio dell’iscritto)
  • Se l’iscritto ha attivato un contratto di finanziamento contro cessione del V dello stipendio, l’iscritto deve presentare :
    • la liberatoria da parte della finanziaria
    • l’estinzione del debito firmato dalla finanziaria

Come faccio a richiedere un'anticipazione per la ristrutturazione della prima casa per me o per i propri figli?

L’iscritto, può richiedere un’anticipazione per ristrutturazione della prima casa per sé o per i propri figli  solo dopo aver compiuto otto anni di iscrizione alla previdenza complementare per un importo massimo pari al 75% della propria posizione individuale.

  1. Qualora l’importo fosse inferiore ai 2.000 € lordi, l’anticipazione non viene concessa.
  2. Entro 30 giorni lavorativi successivi alla ricezione della richiesta di anticipazione, ove questa sia incompleta o non congrua, il Fondo chiede all’iscritto di provvedere all’integrazione.
  3. Se la documentazione inviata  dall’associato è corretta, il fondo Priamo erogherà l’anticipazione richiesta entro 120 giorni dalla data di ricezione della richiesta.  

Per richiedere un’anticipazione per ristrutturazione della prima casa :

  • scaricare il  modulo allegato
  • compilare il modulo indicando la causale ristrutturazione e la documentazione di seguito elencata.
  • inviare a Fondo Priamo con raccomandata A/R il modulo compilato in tutte le sue parti e la documentazione di seguito elencata all’indirizzo posto sul modulo

Documentazione da allegare al modulo

  1. Copia dell’atto notarile di compravendita attestante la proprietà dell’immobile da ristrutturare come prima casa di abitazione. (N.B. Per prima casa si intende quella per la quale sono riconosciute le agevolazioni fiscali in materia di imposta di registro e di imposta sul valore aggiunto)
  2. Se gli interventi riguardano parti comuni dell’immobile, copia della delibera assembleare e della tabella millesimale di ripartizione delle spese.
  3. Copia delle fatture o ricevute fiscali  (aventi una data al massimo risalente a  60 giorni prima della richiesta)  o copia dei preventivi di spesa (aventi una data al massimo risalente a  180 giorni prima della richiesta) Entro 30 giorni dall’effettiva spesa, l’iscritto dovrà inviare le relative fatture e ricevute fiscali. Nel caso in cui non vengano inviate al Fondo, non saranno accolte più ulteriori richieste di anticipazione da parte dell’iscritto per qualsiasi causale.
  4. Se l’importo è inferiore a € 50.000 deve essere prodotta, la dichiarazione di esecuzione dei lavori sottoscritta da un professionista abilitata (in caso di manutenzione straordinaria) o dal responsabile della ditta appaltatrice (in caso di manutenzione ordinaria)
  5. Certificato di stato di famiglia (nel caso in cui l’acquisto sia fatto da un soggetto diverso dall’associato – ad es il figlio)
  6. Copia della concessione, dell’autorizzazione o della comunicazione di inizio dei lavori, se previste dalla normativa edilizia.
  7. Copia della comunicazione alla ASL, ove necessaria in base alle norme sulla sicurezza dei cantieri
  8. Fotocopia della carta d’identità del richiedente e del soggetto per cui si richiede l’anticipazione, se diverso (ad. esempio il figlio dell’iscritto)

Se l’iscritto ha attivato un contratto di finanziamento contro cessione del V dello stipendio, l’iscritto deve presentare :

  • la liberatoria da parte della finanziaria
  • l’estinzione del debito firmato dalla finanziaria

Come faccio a richiedere un'anticipazione per ulteriori esigenze?

L’iscritto, può richiedere un’anticipazione per ulteriori esigenze  solo dopo aver compiuto otto anni di iscrizione alla previdenza complementare per un importo massimo pari al 30% della propria posizione individuale.

  1. Qualora l’importo fosse inferiore ai 2.000 € lordi, l’anticipazione non viene concessa.
  2. Entro 30 giorni lavorativi successivi alla ricezione della richiesta di anticipazione, ove questa sia incompleta o non congrua, il Fondo chiede all’iscritto di provvedere all’integrazione.
  3. Se la documentazione inviata  dall’associato è corretta, il fondo Priamo erogherà l’anticipazione richiesta entro 120 giorni dalla data di ricezione della richiesta..

Per richiedere un’anticipazione per ulteriori esigenze:

  • scaricare il modulo allegato
  • compilare il modulo indicando la causale ulteriori esigenze
  • inviare a Fondo Priamo con raccomandata A/R il modulo compilato in tutte le sue parti e una fotocopia della carta d’identità del richiedente.

Come faccio a richiedere un riscatto totale per licenziamento o dimissioni?

L’iscritto in caso di licenziamento o dimissioni può richiedere il riscatto totale di quanto accumulato immediatamente.

Per richiedere il riscatto totale immediato deve:

  • scaricare il modulo allegato
  • Compilare il modulo in tutte le sue parti. Per il riscatto totale immediato per licenziamento o dimissioni l’iscritto deve barrare:
    • nella sezione 2 l’opzione D) RISCATTO per  cause diverse  
    • nella sezione 3, una delle due opzioni presenti nella lettera A)
    • far compilare la sezione 5 dalla propria azienda (ufficio paghe o ufficio del personale)
  • inviare a Fondo Priamo con raccomandata A/R il modulo compilato in tutte le sue parti.

Come faccio a richiedere un riscatto parziale per cassa integrazione e altre situazioni di mobilità?

Per richiedere il riscatto parziale deve:

  • scaricare il modulo allegato
  • Compilare il modulo in tutte le sue parti. Per il riscatto totale immediato per licenziamento o dimissioni l’iscritto deve barrare
    • nella sezione 2 l’opzione B1) RISCATTO parziale
    • nella sezione 3, la seconda opzione presente nella lettera A) oppure la lettera B)
    • far compilare la sezione 5 dalla propria azienda (ufficio paghe o ufficio del personale)
  • inviare a Fondo Priamo con raccomandata A/R il modulo compilato in tutte le sue parti.

Come faccio a richiedere un trasferimento verso un altro fondo pensione?

L’iscritto ha la facoltà di trasferire la propria posizione individuale presso un’altra forma pensionistica dopo due anni di iscrizione al fondo o in caso di perdita dei requisiti di partecipazione.

Per richiedere il trasferimento :

  • scaricare il modulo allegato
  • compilare il modulo indicando la causale Trasferimento volontario oppure Trasferimento per cessazione dei requisiti di partecipazione
  • far compilare  alla propria azienda la sezione  4 . Dati dell’attività lavorativa
  • inviare a Fondo Priamo con raccomandata A/R il modulo compilato in tutte le sue parti e una fotocopia della carta d’identità del richiedente.

In caso di trasferimento volontario verso un fondo pensione aperto o un pip ti ricordiamo che potresti non ricevere più il contributo del datore di lavoro. Ti inviatiamo inoltre a verificare i costi del nuovo fondo pensione confrontandoli con Fondo Priamo attraverso il motore qui disponibile.

Come faccio a richiedere la prestazione pensionistica dal fondo?

L’iscritto può chiedere al Fondo la prestazione finale se ha maturato il diritto alla pensione pubblica e è iscritto da almeno 5 anni.

Può richiedere la prestazione  in forma di rendita al 100% ovvero in forma mista di rendita (minimo 50%) e capitale (massimo 50%).

L’iscritto può richiedere tutta la prestazione in capitale se:

  • è un vecchio iscritto (ossia era già iscritto prima del 28.04.1993 ad un Fondo Pensione istituito prima del 15.11.1992, ed ha trasferito successivamente la posizione presso il Fondo Priamo)
  • l’importo della rendita annua vitalizia derivante dalla conversione del 70% del capitale finale è inferiore al 50% dell’assegno sociale.

Per poter richiedere la prestazione:

  • scaricare il modulo allegato
  • Compilare il modulo in tutte le sue parti. Per la prestazione finale deve barrare:
    • nella sezione 2 l’opzione A) EROGAZIONE DELLA PRESTAZIONE PENSIONISTICA 
      • devi barrare il primo quadratino a partire dalla sinistra del modulo se intendi percepire la prestazione unicamente sotto forma di rendita;
      • devi barrare il secondo quadratino a partire dalla sinistra del modulo se intendi percepire sotto forma di rendita solo il 50% della prestazione spettante e sotto forma di capitale il restante 50%;
      • devi barrare il terzo quadratino a partire dalla sinistra del modulo se intendi percepire sotto forma di rendita una percentuale diversa (ma comunque superiore al 50%) e sotto forma di capitale la restante parte. In questo caso ricordati di specificare la percentuale di capitale e la percentuale di rendita (che non può essere in ogni caso inferiore al 50%).
    • nella sezione 3, barrare sempre  l’opzione C)
    • far compilare la sezione 5 dalla propria azienda (ufficio paghe o ufficio del personale)
  • Se si richiedere la rendita, compilare anche  il modulo Richiesta Rendita indicando sul modulo il tipo di rendita, il tasso tecnico scelto e l’eventuale reversionario scelto.
  • inviare a Fondo Priamo con raccomandata A/R il modulo o i moduli compilati in tutte le sue parti.
AdesioneContribuzioneGestione