Home > Notizie dal fondo > Focus andamento gestione finanziaria

Notizie dal fondo

Focus andamento gestione finanziaria

Gentili Aderenti,

la marcata discesa dei mercati cui stiamo assistendo da inizio anno, rende necessario fornire un aggiornamento sull’andamento complessivo degli investimenti del Fondo.

L’invasione dell’Ucraina da parte della Russia ha avuto un immediato riflesso negativo sui titoli, soprattutto quelli europei, inoltre i recenti timori sull’andamento dell’economia globale (recessione), le tensioni geopolitiche, l’aumento dei prezzi dell’energia e delle altre materie prime ha reso l’inflazione alta e duratura sia in Europa che nel resto del mondo.

Dopo anni di risultati positivi registrati da Priamo, nei primi nove mesi del 2022 i rendimenti risentono, inevitabilmente, della turbolenza dei mercati finanziari, influenzata dai fattori esogeni, sopra richiamati, che hanno inciso sull’operato di tutti gli investitori.

E’, quindi, opportuno, coerentemente con gli obiettivi previdenziali degli Aderenti, contestualizzare l’attuale fase di turbolenza sui mercati.

Guardando indietro al recente passato, infatti, né la crisi del 2008, né quella legata alla pandemia del Covid, hanno determinato, nella più ampia prospettiva, perdite per gli iscritti.

Questo è il motivo per cui i risultati ottenuti dalla gestione finanziaria del Fondo devono, necessariamente, essere valutati ed analizzati in un orizzonte temporale di medio-lungo periodo, senza lasciarsi influenzare o intimorire dai risultati nel breve periodo.

A questo proposito il Fondo ha pubblicato sul sito web, lo scorso 6 giugno, la News “I Mercati nel 2022”. Con particolare riferimento alle posizioni individuali, nella suddetta news, è stato evidenziato che le variazioni del valore delle posizioni sono da intendersi “virtuali” e tali restano fintanto che non vengono smobilizzate (ad es. per anticipazioni, riscatti, cambio comparto o trasferimento ad altro fondo). Solo lo smobilizzo della posizione, attraverso la vendita delle corrispondenti quote, comporta il monetizzare la perdita, che da potenziale diventerebbe effettiva.

 

In questo difficile contesto, Fondo Priamo ha operato con lo scopo di contenere la volatilità dei portafogli e tutelare i rendimenti che, però, sono dipendenti dalla crescita globale della produttività reale. Ciò ha prodotto risultati comunque migliori della media dei fondi negoziali, in tutti e tre i comparti di investimento, coma da evidenza emersa nella pubblicazione dell’Articolo del 15 ottobre 2022 di Milano Finanza “Nove mesi da dimenticare” (che per ragioni di copy right non possiamo esporre integralmente), di cui vi invitiamo a prendere visione.

Con riferimento all’Articolo sopra richiamato esponiamo, di seguito, la tabella comparativa dei rendimenti dei Fondi Pensione Negoziali.

Per i prossimi mesi ci aspettiamo ancora una volatilità elevata ma, come più volte sottolineato, è bene evitare ove possibile, qualsiasi movimento sulla posizione individuale, ricordando sempre di valutare l’operato del Fondo in una ottica di medio-lungo periodo, senza lasciarsi influenzare dai risultati di breve termine.