Come funziona

La prestazione pensionistica sotto forma di rendita

Gli associati a Priamo, al momento del pensionamento, possono scegliere la rendita che ritengono più adatta alle proprie effettive esigenze fra 6 tipi diversi:

1. Rendita semplice: è la rendita che viene pagata al pensionato finché in vita. Il pagamento della rendita termina al momento del decesso del pensionato. Non è prevista alcuna reversibilità a favore di soggetti diversi dal pensionato.

2. Rendita certa per 5 anni e poi vitalizia: è la rendita che viene pagata per un periodo minimo di 5 anni anche se nel frattempo sopravviene il decesso del pensionato. Se il pensionato vive anche dopo i primi cinque anni gli viene comunque pagata la rendita vitalizia. Non è prevista alcuna reversibilità a favore di soggetti diversi dal pensionato.

3. Rendita certa per 10 anni e poi vitalizia: è la rendita che viene pagata per un periodo minimo di 10 anni anche se nel frattempo sopravviene il decesso del pensionato. Se il pensionato vive anche dopo i primi dieci anni gli viene comunque pagata la rendita vitalizia. Non è prevista alcuna reversibilità a favore di soggetti diversi dal pensionato.

4. Rendita reversibile:  è la rendita che viene pagata al pensionato finché è in vita e, dopo il suo decesso, al beneficiario da lui designato se ancora in vita. Il pagamento della rendita termina con il decesso del beneficiario.
L’importo della rendita reversibile dipende:

  • dall’età del beneficiario designato: se si indica come beneficiario, ad esempio, un figlio minorenne, l’importo della rendita sarà rapportato anche alla aspettativa di vita del minorenne;
  • dal sesso del beneficiario designato in ragione della diversa aspettativa di vita dei maschi rispetto alle femmine;
  • dalla percentuale di reversibilità richiesta.

5. Rendita con contro assicurazione per la restituzione del montante residuale: è la rendita che prevede un pagamento immediato al pensionato finché in vita  ma garantisce la restituzione, ai beneficiari indicati dal pensionato, del capitale che rimane dopo il decesso del pensionato.
Più in dettaglio:

  • finché il pensionato è in vita, gli viene pagata la rendita vitalizia;
  • al momento del decesso del pensionato ai beneficiari designati viene pagata una somma equivalente al montante residuo.

6. Rendita con maggiorazione per perdita di autosufficienza (copertura Long Term Care): è la rendita che prevede il pagamento immediato al pensionato ma garantisce, nel caso in cui nel corso del suo godimento il pensionato diventi non autosufficiente per il compimento degli atti quotidiani di vita (alzarsi da solo, vestirsi da solo, lavarsi da solo, magiare da solo eccetera) il raddoppio della rendita iniziale secondo le condizioni stabilite nel contratto.

Gestione finanziaria